Delegazione sudcoreana in Trentino per un’alleanza sulle celle a combustibile

La nuova tecnologia per la produzione di energia e calore sviluppata dalla trentina Solidpower interessa la sudcoreana FCI ltd. Spinelli: «con quest’allenaza industriale si rafforza l’internazionalizzazione dell’economia trentina». 

0
82
celle a combustibile
da sx l'amministratore delegato di Solidpower, Alberto Ravagni, Won Lee, amministratore delegato di FCI Ltd, il sindaco di Daejeong Jeong Her e l'assessore Achille spinelli

La tecnologia di produzione congiunta di energia elettrica e di calore utilizzando il gas metano tramite celle a combustibile compatte sviluppata dalla trentina Solidpower sarà esportata in Corea del Sud dalla FCI Ltd nella città metropolitana di Daejeon. L’accordo è stato sottoscritto a Trento dall’amministratore delegato di Solidpower, Alberto Ravagni, e da Won Lee, amministratore delegato di FCI, unitamente al sindaco di Daejeong Jeong Her alla presenza dell’assessore allo sviluppoeconomico ed internazionalizzazione del Trentino, Achille Spinelli.

«Per noi l’internazionalizzazione è una vera e propria precondizione di sviluppo e di futuro, piuttosto che un risultato da raggiungere – ha detto Spinelli -. Quindi salutiamo con favore l’ulteriore passo nella direzione dell’internazionalizzazione fatto da un’azienda che è e rimane fortemente radicata al nostro territorio, dove mantiene la testa, ma aumenta ancora di più la sua statura internazionale avviando una nuova collaborazione, in un settore di eccellenza, con un interlocutore che rappresenta un ambito territoriale che vanta una notevole capacità di crescita».

Spinelli ha sottolineato come «il Trentino è un territorio di dimensioni contenute, ma con una grande storia, che è alla base di uno speciale status di autonomia legislativa, finanziaria e amministrativa che permette di gestire in via diretta le principali competenze e politiche che riguardano la vita dei cittadini, come scuola, sanità, ricerca, economia, trasporti, agricoltura e turismo, e di amministrare quasi i nove decimi del gettito tributario e fiscale prodotto localmente».

L’assessore ha ricordato che risale al 2006 la nascita del primo distretto tecnologico italiano dedicato allo sviluppo sostenibile e alle imprese green. «In questo settore – ha detto Spinelli – in Trentino operano aziende molto qualificate, innovative e internazionalizzate. Nella nostra provincia operano oltre 47.000 imprese, in particolare di piccole e medie dimensioni. Il nostro è un sistema economico diversificato e con un alto tasso di ricerca e innovazione. La Corea del Sud, in ragione della sua straordinaria capacità di crescita tecnologica, economica e sociale, è da alcuni anni un paese di riferimento per le nostre azioni di promozione economica e turistica internazionale e l’incontro di oggi nasce da una missione realizzata due anni fa da nostre imprese e centri di ricerca».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

© Riproduzione Riservata