Il raggruppamento “Piccola Industria” di Confindustria Veneto cambia il vertice

0
597
Alberto Balban
Alberto Balban

Alberto BalbanNuovo presidente è il veneziano Alberto Balban produttore di tappi sintetici per alimenti

Cambio al vertice del raggruppamento della “Piccola Industria” di Confindustria Veneto: è stato eletto all’unanimità dal Consiglio della Piccola il veneziano Alberto Baban, 44 anni, fondatore e presidente di TAPI’ s.r.l. che succede al vicentino Luca Cielo a fianco del quale ha intensamente lavorato nell’ultimo quadriennio.

Il neo presidente ha anzitutto sottolineato positivamente la compattezza della squadra attorno al suo nome, nella convinzione che “la coesione di un gruppo che lavora in armonia, è senza dubbio il miglior modo per iniziare a lavorare bene al servizio degli associati”. Oltre allo sviluppo associativo, l’impegno di Baban nel prossimo futuro sarà dedicato in particolare ai temi delle reti d’impresa, con la convinzione che “oltre alla possibile convenienza economica nel termine di sgravi fiscali è ormai un obbligo dettato dalle esigenze del mercato”, mentre molta attenzione sarà posta ad altri temi strategici come quelli del credito, i programmi di sviluppo di ricerca e innovazione, l’internazionalizzazione, la formazione “oltre alla richiesta di nuove misure finalizzate al rafforzamento della competitività – aggiunge Baban – anche alla luce del difficile scenario economico internazionale. Le trasformazioni a cui stiamo assistendo danno il segno inequivocabile di un profondo cambiamento che non deve essere subito ma colto come opportunità di un nuovo e diverso sviluppo”.

Alberto Baban, veneziano di Noale, 44 anni , imprenditore di prima generazione ha fondato la sua azienda TAPI’ di Massanzago (PD) nel 1998 dove si produce tappi sintetici per spirits e vini.

Una multinazionale tascabile con sedi produttive in Nord America, Argentina ed Australia.

16 milioni di Euro di fatturato che tradotti in tappi fanno del gruppo il leader mondiale dei tappi sintetici per alcolici. E’ anche socio fondatore di VeNetWork S.p.A., una società composta da 42 imprenditori veneti che sfrutta le sinergie del network per gestire nuovi investimenti in aziende legate al territorio.