Via libera all’accordo quadro tra la Provincia di Bolzano e il gruppo BEI

Dall’Europa risorse per assicurare lo sviluppo del territorio. Kompatscher: «una grande opportunità». 

0
130
gruppo bei
Arno Kompatscher (a dx) con Andrea Clerici (BEI) e Andrea Marcello-Grimani-Giustinian (FEI).

Concorrere allo sviluppo economico, sostenere le iniziative a supporto del territorio provinciale e valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico: questi i punti alla base dell’accordo quadro firmato dal presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, da Andrea Clerici, rappresentante della Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e da Gabriele Todesca del Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI); insieme i due istituti finanziari europei costituiscono il Gruppo BEI.

La struttura provinciale che coordinerà le attività è la segreteria generale di Giunta diretta da Eros Magnago, mentre a Euregio Plus SGR – società di gestione del risparmio “in house” della Provincia – è stato affidato un ruolo operativo legato alla promozione degli strumenti finanziari per l’attuazione delle singole iniziative.

«L’accordo quadro è una grande opportunità per il territorio, per le imprese e per i cittadini – spiega Kompatscher -. Lavoreremo con il Gruppo BEI per incrementare le competenze e attrarre capitali su settori strategici come l’efficienza energetica e le energie rinnovabili, lo sviluppo urbano e la riqualificazione immobiliare, il sostegno alle piccole medie imprese e a quelle innovative».

«Con la firma dell’accordo, lavoreremo per individuare soluzioni tese ad incrementare ed ottimizzare le varie fonti di finanziamento potendo contare anche sull’assistenza tecnica del Gruppo BEI – ha chiarito il segretario generale, Magnago -. Anche i comuni potranno sottoporci progetti ed idee, per esempio su immobili ed energia, che valuteremo con la BEI».

«Per i comuni questo accordo rappresenta una opportunità molto interessante per sviluppare economia e infrastrutture a livello locale – ha detto Andreas Schatzer, presidente del Consorzio dei comuni -. Associandosi e operando insieme, i comuni avranno la possibilità di ottenere un supporto importante grazie a questo accordo. Come Consorzio dei comuni valuteremo con attenzione le necessità per sfruttare al meglio le opportunità offerte da questo accordo».

«Con l’accordo di oggi, la BEI e la Provincia di Bolzano formalizzano una collaborazione consolidata – ha rimarcato Andrea Clerici -. La BEI offrirà alla Provincia un ampio portafoglio di prodotti, non solamente finanza a buone condizioni, ma anche assistenza tecnica per aiutare l’amministrazione a produrre progetti validi e che possano contribuire allo sviluppo territoriale, e strumenti finanziari per sfruttare al meglio le sinergie tra i fondi BEI e le risorse relative ai fondi strutturali dell’Unione Europea».

«Questo accordo si inserisce pienamente nella missione principale del Fondo Europeo per gli Investimenti, il supporto a start-up, micro, piccole e medie imprese, per sostenerle nelle loro attività di ricerca, sviluppo e innovazione, favorendo così la crescita e l’occupazione» ha aggiunto Gabriele Todesca del FEI.

«L’accordo siglato oggi, sviluppato in stretta collaborazione con gli uffici di Roma del Gruppo BEI e con la Segreteria generale della Provincia – evidenzia Alexander Gallmetzer, presidente di Euregio Plus SGR – ci porta ad operare in una dimensione europea e rappresenta un concreto passo verso gli obiettivi che la legge provinciale ci ha assegnato legati al supporto e allo sviluppo economico del territorio».

Sergio Lovecchio, direttore generale di Euregio Plus SGR, ha ricordato come «l’accordo quadro è un punto di partenza per sviluppare proposte e strumenti per investire sul territorio. Siamo soddisfatti di poter contribuire operativamente al piano di sviluppo dell’Alto Adige-Südtirol e crediamo che, con un partner come il Gruppo BEI, si possano avviare strumenti già allo studio in grado di catalizzare l’interesse di altri investitori».

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata