Il Circuito Venetex verso un mercato nazionale

La moneta regionale alternativa ai bitcoin sta preparando l’espansione a commercio elettronico. Transato in aumento soprattutto durante il confinamento con un volume di oltre 600.000 euro a luglio.

0
157
venetex
Lo staff di Venetex.

Settembre, tempo di ripartenza, bilanci e programmazione per il circuito Venetex, la moneta virtuale veneta che va verso l’apertura dei “confini” del Veneto e registra un’estate fatta di scambi, interazioni tra aderenti e relazioni in crescita con i circuiti di credito di altre regioni. 

È stato superato 1.000.000 di euro di transazioni tra aderenti con +60% e +67% sugli stessi mesi del 2019. Il transato ha superato il 35% in più rispetto a giugno 2019. Non solo scambi e interazioni tra aziende, ma anche spese personali: assieme all’Ho.re.ca (ristorazione e prodotti alimentari) e al settore del dettaglio, sono state oltre 230 le spese da conti Venetexpersonali” – ad utilizzo degli aderenti e dei loro dipendenti – con acquisti per un valore di 20.973 euro; un’ulteriore conferma che il circuito non è solo per le aziende ma anche per i privati. A luglio è stato registrato un nuovo record di transato mensile con 605.678,36 euro. Con questo traguardo il circuito Venetex ha contribuito anche al nuovo record di scambi di tutto l’ecosistema di Circuiti di credito commerciale di cui Venetex fa parte, che ha toccato la soglia dei 12.913.714 euro transati in un mese.

«Ogni giorno di più vedo che il progetto che nel 2016 grazie soprattutto alla lungimiranza di Venetwork avevamo solo intuito oggi si sta realizzando – afferma Giampietro Trabuio, direttore generale del Circuito -. Il merito va sicuramente condiviso con tutta la squadra che ogni giorno si spende per il Circuito, sono la vera forza di questa azienda».

Sono infatti aumentati gli scambi tra Venetex e gli altri circuiti tra cui Sardex, Piemex e Liberex (circuito commerciale dell’Emilia Romagna). La moneta complementare veneta è sempre più interconnessa con quella delle altre regioni per creare un tessuto di economia solidale in espansione. Il futuro è un’unica moneta complementare che circoli in tutto il Paese. Questa è la direzione che sta prendendo il circuito che durante il confinamento ha avuto il suo exploit, dimostrando di essere una base solida su cui le Pmi possono fondare le loro radici.

«La nostra è una moneta che ha la sua comunità nell’economia reale, l’esatto opposto delle monete virtuali, come i bitcoin, sulle quali si possono fare speculazioni – spiega Marco De Guzzis, amministratore delegato di Sardex cui Venetex è affiliata -. Noi vogliamo essere il punto di riferimento di partite iva, piccole e medie imprese, le comunità locali sono per noi il mattone che costruisce l’edificio, ma non possiamo rimanere isolati, dobbiamo far dialogare tra loro le Pmi di tutta Italia, è una richiesta che ci fanno i nostri imprenditori: in Veneto, per esempio, durante il confinamento il transato è aumentato proprio perché c’è stata interazione tra mercati di diverse regioni. Il nostro programma 2020-2022 è quello di creare un “market-placenazionale, una comunità che si compone di tante realtà anche di scopo, per esempio la cultura – aggiunge De Guzzis – pensiamo ai musei e a tutti gli imprenditori che lavorano in quell’ambito, come pure lo sport, il tempo libero, terzo settore». 

Altro aspetto nuovo su cui stanno lavorando i vari circuiti di moneta virtuale è il commercio elettronico. Al momento, le piattaforme Venetex, Sardex, Liberex e Piemex sono delle vetrine dove gli iscritti descrivono le loro attività, ma tra qualche mese le vetrine diventeranno interattive: si potrà acquistare o vendere sia in moneta alternativa che in euro agevolando così il mercato e gli scambi. Una sorta di Amazon etico-solidale dove la ricchezza viene distribuita a chiunque entri nella rete. «La base operativa rimarrà a Cagliari, dove resterà la parte dell’information technology e amministrativa – aggiunge De Guzzis – mentre i broker continueranno a lavorare nei territori»

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata