Turismo: previsioni da record per l’estate 2023

Demoskopika stima per l'Italia 68 milioni di turisti e 267 milioni di presenze.

0
720
turismo conseguenze sul turismo interruzione delle attività produttive Italia supera la Francia

L’estate 2023 si prospetta da record per il turismo italiano: secondo le previsioni formulate dall’istitutoDemoskopika, si stima l’arrivo di 68 milioni di turisti e quasi 267 milioni di pernottamenti con una crescitarispettivamente pari al 4,3% e al 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2022, segnato 65,2 milioni di arrivi e 258 milioni di pernottamenti. Positiva anche la spesa turistica con una stima di circa 46 miliardi di euro, con una crescita del 5,4% rispetto al 2022.

Ad incidere maggiormente nell’andamento rialzista dei flussi turistici la componente estera con 35,3 milioni di arrivi, registrando una crescita del 6,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a fronte di 32,7 milioni di turisti italiani con un incremento dell’1,9%; sul versante delle presenze, il contributo al rialzo è quasi identico, con 131,5 milioni di pernottamenti dall’estero, pari ad un 3,2% in più rispetto al 3,3% della quota del mercato autoctono generato da 135,4 milioni di pernottamenti.

Positive le previsioni per l’Emilia Romagna, duramente provata dall’emergenza alluvione: il sistema turistico regionale risulta tra le prime dieci destinazioni regionali italiane per incremento degli arrivi nel 2023, con 6,3 milioni rispetto ai 6,1 milioni del 2022 registrando una crescita pari al 4%. Significativo anche l’aumento delle presenze sul territorio regionale, pari a quasi 500.000 notti in più rispetto ai 12 mesi dello scorso anno. Bene, infine anche la spesa turistica, con una stima di 3,7 miliardi di euro pari ad un balzo in avanti di 6,2 punti percentuale per la sola estate dell’anno in corso.

«I dati confermano le già buone aspettative relative a un 2023 che vedrà il sorpasso sui numeri record del 2019 – dice il ministro del Turismo, Daniela Santanchè Granero -, ma a farmi gioire è la previsione sull’andamento dei flussi in Emilia Romagna, indicata tra le prime dieci destinazioni regionali italiane per incremento degli arrivi e con una spesa turistica di quasi 4 miliardi, in netto aumento rispetto alla scorsa estate. Ed è di vitale importanza che sia così».

«Al netto di scenari inclusi nei previsti margini di errore – spiega il presidente di Demoskopika, Raffaele Rio – si potrebbe registrare il valore più alto, dal 2000 ad oggi, sia degli arrivi che delle presenze. Adesso il governo continui nell’azione di ripresa del turismo offrendo una visione maggiormente sistemica alla programmazioneturistica per i prossimi anni, ad oggi, ancorata prioritariamente alle sole imprese e insufficientemente a territori e mercati». Oltre a campagne promozionali meno arruffate e infarcite di errori marchiani che gettano il Belpaese turistico – e chi le concepisce e le approva – nella solita macchietta boomerang dell’immagine nazionale.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata