Psr Veneto: la Regione prima in Italia per capacità di spesa dei fondi comunitari per l’agricoltura

Pan: «merito della struttura amministrativa che programma e gestisce bene i fondi». 

0
377
sviluppo rurale psr veneto

I dati aggiornati a dicembre 2018 sullo stato di avanzamento del Programma di sviluppo rurale confermano che il Veneto è la miglior regione d’Italia per capacità di spesa, con una percentuale di risorse investite nel Psr Veneto del 43,55%, rispetto alla media nazionale del 29,6%. La Regione Veneto è seconda solo alla Provincia di Bolzano, che ha una dotazione finanziaria pari a circa un terzo di quella veneta e ha già liquidato il 52,9%.

«L’ottimo risultato raggiunto dal Veneto e certificato da Agea  – commenta l’assessore regionale all’agricoltura, Giuseppe Pan – conferma la capacità e la propensione all’innovazione degli imprenditori agricoli, nonché la buona capacità di programmazione e di gestione da parte della Regione delle risorse comunitarie per il comparto agricolo. Il risultato veneto dà riscontro, inoltre, al buon lavoro svolto dall’Agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, che ha già provveduto a liquidare ai produttori del Veneto ben 509 milioni di euro: è la cifra più alta tra le regioni italiane in termini di spesa erogata, escludendo la Sicilia che però gode di una quantità pressoché doppia di dotazione finanziaria complessiva per lo sviluppo rurale 2014-2020».

Il Psr Veneto 2014-2020 ha un “portafoglio” di spesa di 1.169 milioni, di cui 504 derivanti dai fondi strutturali dell’Unione Europea, il 35% di fonte statale e il restante di cofinanziamento regionale. Tra le regioni italiane il Veneto è la quinta regione, dopo Sicilia, Campania, Puglia, Sardegna ed Emilia Romagna per consistenza finanziaria del programma di sviluppo rurale.

«La buona capacità di gestione e di spesa di cui ha dato prova il Psr Veneto – conclude Pan – è il miglior viatico da spendere in Europa in vista del prossimo ciclo di programmazione della politica agricola comunitaria.  Siamo tra le regioni leader per impegno e capacità di spesa e siamo la cartina di tornasole che la leva dei fondi comunitari, se ben gestita, rappresenta un volano di sviluppo per la capacità produttiva del territorio, di cui beneficia l’intero Paese».

Per rimanere sempre aggiornato con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscriviti al canale Telegram

https://t.me/ilnordest

o vai su Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

© Riproduzione Riservata