Sace-Simest: export Veneto con ancora potenziale di crescita

La regione terza in Italia per commercio estero, che registra una crescita (+1,4%) nel primo trimestre 2019. 

0
206
export veneto

Tensioni geopolitiche nei paesi emergenti ed escalation protezionistica condizionano il commercio internazionale, ma l’export Venetoterza regione per export in Italiacontinua a crescere (+1,4% primo trimestre 2019) e mantiene un ampio potenziale di sviluppo delle esportazioni, in particolare meccanica, tessile e abbigliamento, metalli, e alimentare secondo “Export Karma”, l’ultimo rapporto export curato dal polo Sace-Simest, che traccia anche le rotte geografiche del possibile incremento di vendite all’estero delle aziende venete.

Ci sono alcuni settori – spiega il rapporto – che da soli rappresentano il 70% del “Made in Veneto”: meccanica strumentale(12,8 miliardi di euro, +6% nel 2018 rispetto al 2017), tessile e abbigliamento (10,5 miliardi di euro, +1,5%), altra manifattura(8,6 miliardi di euro, +0,4%), prodotti in metallo (6,4 miliardi di euro, +4,1%) e alimentari e bevande (5,8 miliardi di euro, +1,9%).

Sace Simest ha individuato le geografie più promettenti per ciascun settore di traino: per la meccanica strumentale grandi opportunità sono emerse in Polonia, dove l’export veneto è cresciuto del 12,3% rispetto al 2017; ma anche in India, Paese in forte sviluppo che necessita di nuovi macchinari (+21,1%). Quanto ai prodotti in metallo sono due i mercati interessanti: la Romania (+2,2%) e Messico (+30,8%). Infine per il tessile e l’abbigliamento la Russia è cresciuta dell’1,2% e la Tunisia del 7,6%.

Il polo Sace Simest, presente in regione con gli uffici di Venezia e Verona, ha contribuito nel 2018 a mobilitare risorse per oltre 1,6 miliardi di euro, a supporto dell’internazionalizzazione di quasi 3.300 aziende.

Le cinque destinazioni nelle quali l’export veneto ha generato più valore sono: Germania con 8,3 miliardi di euro (+2%), Francia con 6,5 miliardi di euro (+7,6%), Stati Uniti con 5,2 miliardi di euro (+4,5%), Regno Unito con 3,6 miliardi di euro (+2%), Spagna con 3,1 miliardi di euro (+7,6%) e Svizzera con 2,2 miliardi di euro (+3,5%). L’export veneto – 63 miliardi nel 2018, 13,7% del totale nazionale – ha proseguito ad avanzare lo scorso anno (+2,8%) e anche nel primo trimestre 2019 (+1,4%), restando sul podio per le esportazioni, terza regione dopo Lombardia ed Emilia Romagna.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata