Consorzio Grana Padano: eletto presidente il mantovano Renato Zaghini

Si chiude dopo 21 anni di presidenza il mandato di Nicola Cesare Baldrighi. Auguri di Fontana e di Pan.

0
1173
consorzio grana padano
Renato Zaghini, nuovo presidente Consorzio Grana Padano.

Il nuovo presidente del Consorzio Grana Padano è il mantovano Renato Zaghini. Il consiglio di amministrazione, eletto lo scorso 19 giugno dall’assemblea generale del Consorzio, ha nominato il nuovo presidente che succede ai 21 anni di presidenza di Nicola Cesare Baldrighi. Zaghini ha ricoperto per 21 anni la carica di presidente del Caseificio Europeo Società Agricola Cooperativa di Bagnolo San Vito (Mn) e per 17 anni è stato il tesoriere del Consorzio Grana Padano. 

«Sono molto onorato della fiducia che il Consiglio mi ha concesso per ricoprire un ruolo così importante e di prestigio – dichiara il neopresidente Zaghini -. Mi impegnerò insieme al nuovo consiglio di amministrazione per far sì che la filiera del formaggio DOP più consumato al mondo continui a rappresentare l’eccellenza del “Made in Italy”. Mi piace accettare le sfide e rispondere positivamente alle richieste di impegno che mi arrivano da amici e colleghi – continua Zaghini – come ho già fatto 21 anni fa quando ho accettato la presidenza del caseificio Europeo durante il difficile periodo che stava attraversando il sistema lattiero caseario a causa della vicenda delle quote latte e della sua crescita inarrestabile nella produzione. Ora sono pronto per accettare questa nuova sfida, in un momento in cui il mondo sta vivendo la più grande crisi dalla fine della seconda guerra mondiale. La filiera del Grana Padano ha continuato a funzionare durante la pandemia da Covid-19 ma deve fare i conti con pesanti difficoltà su vari fronti, in una situazione economica piena di incognite».

Dal presidente uscente Nicola Cesare Baldrighi, il saluto al successore: «Zanghini è un uomo concreto e di buon senso con cui ho condiviso la maggior parte del mio mandato. A lui i miei migliori auguri di buon lavoro, nella certezza che saprà portare avanti con forza e determinazione le azioni necessarie affinché il sistema del Consorzio Grana Padano continui sul binario dell’eccellenza, migliorando ulteriormente i grandi risultati ottenuti insieme fino ad oggi. Quando questo momento critico legato al Covid-19 passerà, la voglia di ripresa sarà forte, coinvolgerà tutti e dovremo essere pronti a governarla». 

Le prospettive incerte nei confronti del futuro non fermano l’entusiasmo e la volontà del neo eletto presidente, che nel suo discorso d’insediamento alla guida del Consorzio Grana Padano ha voluto sottolineare i valori primari che muoveranno il suo agire: collegialità e condivisione. «Cercherò di mettere a frutto i miei 17 anni da tesoriere del Consorzio che mi hanno conferito una buona esperienza di sistema, ma soprattutto farò in modo di garantire collegialità e condivisione nel ripristinato comitato di presidenza, nel comitato di gestione, nel consiglio di amministrazione, nella commissione pubblicità e in quella scientifica – spiega Zanghini -. Vorrei che il mio mandato si contraddistinguesse per la sua gestione collegiale. Questo perché so bene che dal nostro agire non dipende solo la sorte delle nostre aziende e dei nostri soci ma l’intero sistema lattiero caseario italiano, che risente moltissimo delle nostre scelte e decisioni».

Da parte dell’assessore all’agricoltura del Veneto, Giuseppe Pan, parole d’incoraggiamento al nuovo presidente del Consorzio Grana Padano: «l’assemblea dei soci ha scelto una successione nella continuità alla lunga ed equilibrata presidenza di Nicola Cesare Baldrighi, per 21 anni alla guida di un sistema produttivo che, con 5.000 stalle, 50.000 addetti e 140 caseifici, è il fiore all’occhiello tra i prodotti a denominazione d’origine, il biglietto da visita del “Made in Italy”. Sono certo che Zaghini, per 17 anni tesoriere del Consorzio, saprà impersonare con competenza e determinazione il ruolo di guida e rappresentanza dei tanti produttori del sistema interregionale».

Pan sottolinea come «il Veneto è la seconda regione in Italia, alle spalle della Lombardia, nella produzione con oltre 28.000 tonnellate di Grana Padano Dop e oltre 192 miliardi di fatturato».

«Complimenti e buon lavoro al nuovo presidente del Consorzio Renato Zaghini. E grazie al suo predecessore Cesare Baldrighi che, per oltre vent’anni, ha guidato con successo la struttura di un prodotto che, a livello mondiale, va considerato come un ambasciatore vincente della Lombardia e piu’ in generale dell’intero Paese» saluta l’avvicendamento il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana. «Mi associo agli auguri e ai ringraziamenti del presidente Fontana – aggiunge l’assessore lombardo all’agricoltura, Fabio Rolfi – e confermo che Regione Lombardia sarà sempre al fianco del Consorzio e dei produttori per sostenere il Grana Padano come tutte le produzioni agroalimentari e agricole “Made in Lombardia”. La serietà e l’attenzione con cui viene prodotto il Grana Padano sono il simbolo di come l’eccellenza, anche in questo settore, sia il punto di riferimento dei Lombardi».

Oltre a Zaghini nel ruolo di presidente, il nuovo organigramma del Consorzio Grana Padano prevede Giuseppe Ambrosi come vice presidente vicario, Attilio Zanetti (vicepresidente) e Walter Giacomelli (Tesoriere). 

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata