Malumori nella Lega Veneta e Lombarda per il contributo straordinario chiesto ai consiglieri regionali

Dalla segreteria federale parte l’invito a donare 5.000 euro per ciascun consigliere regionale per finanziare la campagna elettorale, ma molti consiglieri regionali non ci stanno. 

0
334
malumori nella lega
Il leader della Lega, Matteo Salvini.

La propostaspintanea” di aprire il portafoglio per donare 5.000 euro (quasi una mensilità netta) a favore della prossima campagna politica del genera malumori nella Lega e sembra piacere poco o nulla ai consiglieri regionali della Lega Salvini premier, soprattutto perché riguarda il voto di candidati diversi da coloro che sono chiamati a contribuire.

La ribellione per ora è sottotraccia e corre sul filo del telefono. Proprio con una telefonata la segreteria federale di via Bellerio avrebbe sollecitato i commissari regionali a darsi da fare per raccogliere dai colleghi un contributoda destinare ai futuri onorevoli e senatori.

Anche ai consiglieri lombardi della Lega Salvini premier è arrivata la richiesta, non un versamento vero e proprio ma una «erogazione liberale», «non una imposizione» a quanto spiega il capogruppo, Roberto Anelli: «chi vuole può aiutare il partito a finanziare la campagna elettorale, se uno risponde bene, altrimenti va bene lo stesso e, nel momento in cui ci fossero malumori, un consigliere è libero di non versare». Tanto che, osserva Anelli, «alcuni hanno versato, altri no».

Dalla Lombardia alla Liguria, dove il capogruppo della Lega Salvini premier in Consiglio regionale Stefano Mai, afferma che «al momento non è arrivata alcuna richiesta, ma si tratta di una prassi nel partito».

I più riottosi restano i Veneti, sul filo di un ragionamento concreto che genera malumori nella Lega: per le elezioni regionali ogni consigliere ha dovuto sbaragliare gli avversari di partito e conquistarsi l’agognata poltrona di Palazzo Ferro Fini pagando di tasca propria la campagna elettorale. Ai futuri parlamentari, viceversa, verrebbe garantito un seggio sicuro e un tour propagandistico pagato da tutti i simpatizzanti del Carroccio, a partire dai consiglieri regionali.

Tra chi non ha gradito troppo il diktat della segreteria federale il consigliere regionale veneto Fabrizio Boron: «per le politiche è diverso che per noi, ognuno può stare bello seduto e aspettare l’elezione. E io dovrei anche pagargliela?».

Se il presidente del Consiglio regionale, il leghista Roberto Ciambetti, ammette di essere a conoscenza della questione e chiude così la querelle, altri vorrebbero capire meglio il senso dell’operazione. E’ il caso del consigliere Alberto Villanova: «non mi è arrivata nessuna comunicazione ufficiale, ma so che è arrivata ad altri. Ora mi aspetto che arrivi una spiegazione dalla segreteria regionale». In ogni caso prima di aprire il portafoglio, anche per Villanovac’è da parlarne: «vorrei che ci spiegassero le motivazioni di questa richiesta. Avrei qualcosa da dire in merito».

Il tutto parerebbe albergare nella gestione verticistica dei soldi del partito, visto che tra erogazioni fisse mensilidei vari esponenti politici ad ogni livello, le donazioni dei privati e la quota dell’erogazione nella dichiarazionedei redditi di soldi nelle casse della Lega Salvini premier ne entrano e parecchi. Il problema sembra risiederenella poca trasparenza nella gestione di questo denaro accentrata nelle mani di poche persone nominatedirettamente da Matteo Salvini, il qualche ha anche la rogna della mancata convocazione dei congressi locali, con tante regioni tutt’ora commissariate che sotto campagna elettorale potrebbero rendere peggio del solito, andando ad allargare il calo di consensi della Lega Salvini premier e i sogni di insidiare le posizioni della Melonie di tornare sulla poltrona di ministro dell’interno.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata