Filiera del ciliegio raggiunta l’intesa fra 4 regioni per la definizione del contratto

L’accordo riguarda Puglia, Emilia Romagna, Veneto e Trentino. 

0
1701
Filiera del ciliegio

Puglia, Emilia Romagna, Veneto e Trentino al lavoro, insieme alle associazioni di categoria, hanno raggiunto l’accordo per dare vita al Contratto di filiera del ciliegio, presentato nella sede del dipartimento Agricoltura della regione Puglia, con in collegamento da remoto il presidente del Consorzio della Ciliegia della Susina e della Frutta Tipica di Vignola, Andrea Bernardi, il direttore Consorzio Melinda sca, Paolo Gerevini, il direttore del Consorzio Ciliegia di Vignola Igp, Walter Monari, e il presidente del Consorzio Ciliegia di Marostica Igp, Giuseppe Zuech.

Insieme, da Nord a Sud, queste realtà territoriali rappresentano oltre l’80% della produzione di ciliegie di qualitàin Italia. Il nuovo accordo di filiera del ciliegio vuole rilanciare la cerasicoltura italiana, per ristrutturare gli impianti di produzione, per ammodernare le strutture di lavorazione, per promuovere i marchi, per effettuare attività di ricerca mirata al miglioramento della produzione.

I contratti di filiera e di distretto sono uno strumento di sostegno dalle politiche agroindustriali, istituito dall’articolo 66 della legge 27 del dicembre 2002, n.289 e gestito dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.

La cerasicoltura interessa in Italia circa 25.000 ettari dedicati, con maggiore concentrazione nazionale in Puglia, seguita da Emilia Romagna, Veneto, Trentino e Piemonte. L’obiettivo del contratto di filiera del ciliegio punta a migliorare la qualità oltra alla durabilità del prodotto, che coinvolge la coltivazione di nuove varietà agronomichedi ciliegia, oltre ad una maggiore tutela contro le calamità naturali, cui il settore è molto esposto.

Obiettivo dell’accordo è anche spalmare maggiormente il picco produttivo, che oggi è concentrato in circa 20 giorni durante i quali si vende il 70% della produzione totale al fine di tutelare la redditività per gli agricoltori.

I contratti di filiera sono beneficiari di fondi straordinari che il Mipaaf ha conquistato sul Pnrr, che ammontano a 1,2 miliardi di euro. E’ una partita importante che può consentire alla filiera cerasicola di fare un salto di qualità.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata