Giornata Mondiale dell’Alimentazione celebrata al Villaggio Contadino di Coldiretti

Dal grano al pane il prezzo cresce di oltre 17 volte, record storico. La filiera nazionale del cibo vale ben 580 miliardi di euro, un quarto del Pil.

0
5100
Giornata Mondiale dell'Alimentazione panificazione

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione che si celebra il 16 ottobre, Coldiretti diffonde i risultati di una ricerca sugli incrementi di prezzo lungo la filiera alimentare: dal grano al pane, il prezzo aumenta di oltre 17 volte tenuto conto che per fare un chilo di pane occorre circa un chilo di grano, dal quale si ottengono 800 grammi di farina da impastare con l’acqua per ottenere un chilo di prodotto finito, con una forbice che non è mai stata così ampia.

Un chilo di grano viene pagato oggi agli agricoltori– segnala Coldiretti sulla base di una sua analisi su dati Ismea e dell’Istat sull’inflazione media nei primi otto mesi del 2023 in confronto con lo stesso periodo del 2022- circa 24 centesimi, il 32% in meno rispetto allo scorso anno, mentre la stessa quantità di pane viene venduta ai consumatori a prezzi che variano dai 3 ai 5 euro a seconda delle città, con un rincaro che arriva fino al +20%.

L’incidenza del costo del grano sul prezzo del pane diventa – commenta Coldiretti- sempre più marginale, tanto da essere scesa ampiamente sotto il 10% in media, come dimostra anche l’estrema variabilità delle quotazioni al dettaglio lungo la penisola, mentre quelle del grano sono influenzati direttamente dalle quotazioni internazionali.

Estremamente variabile il prezzo del prodotto finito a seconda delle piazze commerciali. A Milano una pagnotta da un chilo costa 4,33 euro – aggiunge Coldiretti sulla base di proprie elaborazioni Coldiretti su dati dell’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ad agosto -, a Roma si viaggia sui 3,25 euro, a Bologna siamo a 5,14 euro, a mentre a Palermo costa in media 4,14 euro al chilo, a Napoli 2,26 euro. E i pani cosiddetti speciali viaggiano spesso oltre i 10 euro al kg.

L’andamento al rialzo dei prezzi ha spinto al ribasso i consumi, crollati al minimo storico, ad appena 80 grammi a testa al giorno, con un calo del 33% in poco più di un decennio.

Sempre Coldiretti, alla Giornata Mondiale dell’Alimentazione snocciola le cifre della filiera agroalimentare nazionale che occupa 4 milioni di lavoratori e che vale ben 580 miliardi di euro, un quarto del Pil. Il “Made in Italy” a tavola coinvolge dal campo al piatto 740.000 aziende agricole, 70.000 industrie alimentari, oltre 330.000 realtà della ristorazione e 230.000 punti vendita al dettaglio.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata