Studenti universitari fuori sede: fino a 19.000 euro l’anno di spesa

Incidono alloggio, vitto, libri e tasse universitarie. Al nord le spese di frequenza più alte.

0
11304
Studenti universitari fuori sede studenti

Gli studenti universitari fuori sede tra tasse, alloggio, pasti, trasporti, materiale didattico, sport e salute, spendonoin media in un anno 17.498 euro, che arrivano a 19.000 euro se ha scelto una università negli atenei del Nord Italia, 17.343 se ha optato per un ateneo al Centro Italia e 14.209 euro se al Sud, pari ad una media mensile di 1.460 euro (1.593 euro al Nord, 1.446 al Centro e 1.185 al Sud).

Una camera singola, con le spese di luce, gas e condominio, costa in media 482 euro al Nord, 408 al Centro e 323 al Sud (la doppia costa il 20% in meno). Più bassi ma sempre elevati i costi che sostiene un pendolare ogni mese: 865 euro in media al mese, circa 10.000 euro l’anno; mentre chi studia nella città in cui vive con la famiglia deve preventivare una spesa da 783 euro al mese in media, ovvero circa 9.000 euro all’anno.

I numeri sul caro studi universitari sono stati presentati da Udu e Federconsumatori, alla presenza di numerosi parlamentari. «Da maggio dormiamo in tenda nelle università di tutta Italia ma abbiamo ricevuto solo disinteresse da questo governo», ha denunciato Camilla Piredda, coordinatrice azionale Udu che ha rilanciato la manifestazione del 17 novembre. «I costi per sostenere gli studi hanno raggiunto livelli insostenibili nel nostro Paese», ha affermato Roberto Giordano, vicepresidente di Federconsumatori.

L’indagine evidenzia anche un dato allarmante: in Italia solo il 28,3% della popolazione tra i 25 e i 34 anniriesce a conseguire un titolo universitario, molto al di sotto della media Ocse che si attesta al 47,1%. C’è stato un notevole aumento del tasso di abbandono per gli immatricolati nel 2020-2021 che ha raggiunto il 14,5%, ma l’abbandono si verifica anche successivamente al primo anno, con il 20,4% degli studenti che rinuncia dopo 3 anni dall’immatricolazione e il 24,2% dopo sei anni.

Per Alessia Polisini, dell’esecutivo nazionale di Udu, rispetto a due anni fa, data dell’ultimo report, i costi in generale per gli studenti universitari fuori sede  siano lievitati di circa 5.000 euro l’anno. Anche i costi per l’accesso a attività culturali (941 euro a Nord, 914 al Centro, 702 al Sud) e sportive (896 al Nord, 749 al Centro, 722 al Sud) sono alti, al punto che molti ragazzi vi rinunciano. Per non parlare del prezzo annuo dei libri, che nelle facoltà di Medicina raggiunge la cifra di 1.930 euro, 829 euro il costo dei libri a Biologia, 431 a Lettere, 411 a Giurisprudenza; la più economica è Matematica con 289 euro.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano” e “Dario d’Italia”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata. 

Telegram

https://t.me/ilnordest

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata