Ulss 12 vince al Tar: l’indennità alle ex farmacie rurali non è dovuta

0
124

Venezia. Con sentenza dello scorso 22 settembre la terza sezione del Tar Veneto, presieduta dal giudice Oria Settesoldi, ha respinto le pretese delle farmacie di Malcontenta e Asseggiano, confermando l’esclusione dall’erogazione delle indennità di residenza per le farmacie rurali.

A presentare il ricorso la farmacia Malcontenta del dottor Ragazzi e la farmacia di Asseggiano della dottoressa Laura Gobbin entrambe difese dall’avvocato Saveria Aversa dell’omonimo studio legale, contro l’Azienda Ulss 12 veneziana difesa dall’avvocato Franco Zambelli dello studio legale Zambelli&Tassetto in Venezia-Mestre.

Secondo le ricorrenti il provvedimento di assegnazione dei contributi dell’Asl 12 di Venezia sarebbe stato viziato in quanto aveva escluso le due farmacie di Malcontenta e di Asseggiano dalle indennità previste per le farmacie rurali situate in località sulla base del fatto che, secondo i dati Istat del censimento del 2011, le due località non sono dotate di ambito territoriale proprio, ma risultano accorpate alla località di Mestre.

Il Tar Veneto ha accolto le tesi dei difensori dell’Asl veneziana secondo cui, per la farmacia di Malcontenta la mancata corresponsione dell’indennità di residenza per il biennio 2016/2017 deriverebbe da una serie di atti precedenti di classificazione della farmacia da rurale ad urbana, che non erano stati impugnati. Mentre per la farmacia di Asseggiano, la riclassificazione da rurale ad urbana, con accorpamento alla località di Mestre, era già stata confermata da una sentenza passata in giudicato nel 2015.

Il Tar Veneto ha rigettato i ricorsi confermando la correttezza dell’operato dell’Asl veneziana e condannando le farmacie al pagamento delle spese di lite.

Scopri tutti gli incarichi: Franco Zambelli – Zambelli-Tassetto; Saveria Aversa – Aversa Saveria;