Oltre ai passeggeri, “Frecciarossa” trasporta ora le merci

0
1162

Attivato il primo servizio commerciale sulla tratta Caserta-Bologna-Caserta a favore delle imprese che necessitano di trasporti veloci. Il convoglio viaggia di notte a 180 km/h.

Dopo unidici anni dall’entrata in servizio dei treni ad alta velocità sulle nuove linee ferroviarie costruite appositamente, ora arriva anche il servizio di treni merci espressi che utilizzeranno un “vecchio” Etr 500 opportunamente adattato per il servizio cargo che, tramite opportuni carrelli, sposterà le merci ad una velocità media di 180 km/h, decisamente superiori ai treni merci attuali e più del doppio di un Tir che viaggia in autostrada.

La prima tratta ad essere interessata dal nuovo servizio cargo espresso è sulla linea Caserta-Bologna-Caserta a cura di Mercitalia Fast, costola della divisione Mercitalia di Ferrovie Italiane dedicata ai corrieri espresso e a tutte le aziende che necessitano di una rapida movimentazione delle merci su lunga distanza.

Per attivare il servizio si è scelta la fascia notturna, quando i treni passeggeri viaggiano a ritmo ridotto e vengono svolte la manutenzioni alla rete. Il primo collegamento di Mercitalia Fast sarà sulla tratta Caserta-Bologna-Caserta. Ogni giorno, dal lunedì al venerdì, nei due sensi con un tempo di viaggio ridotto a sole 3 ore e 20 minuti, quanto un analogo servizio su gomma o su ferro ordinario impiega almeno 10 ore. Partenza da Caserta Marcianise alle 20,50 e arrivo a Bologna Interporto alle 0,10; partenza da Bologna Interporto alle ore 2,50 e arrivo a Caserta Marcianise alle 6,10 ad una velocità media di 180 chilometri l’ora.

Come detto, il treno utilizzato è un Etr 500, il progenitore dell’attuale Etr 1000 opportunamente modificato. Nella composizione a 12 vagoni standard, consente una capacità di trasporto equivalente a 18 Tir o a due Boeing 747-400. Le merci saranno trasportate in appositi “roll container”, facili e veloci da movimentare e stivare a bordo del convoglio.

Le successive evoluzioni del servizio, sulla base della risposta del mercato, coinvolgeranno gli scali di Torino, Novara, Milano, Brescia, Verona, Padova, Bologna, Roma, Marcianise e Bari.