Trentino, inaugurato un nuovo tratto della pista ciclopedonale Fondo-Mendola

I 5 km vanno ad aggiungersi al tracciato di circa 48 km che unisce gli abitati dell’Alta Val di Non. 

0
224
pista ciclopedonale Fondo-Mendola

Rappresentanti istituzionali, cittadini e famiglie, turisti o semplici appassionati sono intervenuti sul valico al confine fra le provincedi Trento e Bolzano per la biciclettata inaugurale del nuovo tratto Waldheim-Passo Mendola della pista ciclopedonale Fondo-Mendola.

Un percorso di circa 5 km con tante soste panoramiche realizzato dal Servizio opere stradali e ferroviariedella Provincia di Trento, su progetto di Sergio Deromedis e Francesco Weber, che si inserisce nel più ampio progetto della ciclopedonale che collegherà l’abitato di Fondo con quelli di Malosco, Ronzone, Ruffrè e Mendola, per una lunghezza di quasi 16 chilometri. Il progetto finale prevede tratti promiscui urbani lunghi 5,4 chilometri, tratti promiscui extraurbani per 0,9 chilometri e tratti di piste ciclopedonali, per un’estensione di circa 9,5 chilometri.

pista ciclopedonale Fondo-Mendola
Il paesaggio dell’Alta Val di Non dalla pista ciclabile

Due gli stralci funzionali in cui è divisa la pista ciclopedonale Fondo-Mendola: quello appena inaugurato va dalla località Waldheim nel comune di Sarnonico (1242 metri slm) alla stazione di arrivo della Funicolare del Passo della Mendola (1.368 metri slm) per una lunghezza di 5,290 chilometri ed un dislivello di 168 metri, un tracciato composto da 2 corsie di larghezza di 1,25 ciascuna, per una larghezza totale di 2,50 metri, oltre a due banchine in terra da 0,50 metri per ciascun lato.

La pista ciclopedonale Fondo-Mendola è stata finanziata dai comuni dell’Alta Val di Non nell’ambito dei fondi del Patto Territoriale. Il finanziamento globale, che riguarda tutto il tratto completo da Fondo alla Mendola, ammonta a circa 1.840.000 euro, mentre il costo del tratto Mendola-Waldheim è di euro 350.000. Quando sarà completata, la pista rappresenterà un’estensione dell’anello ciclopedonale dell’Alta Val di Non, inaugurato nel giugno 2012. I chilometri interamente percorribili sulle due ruote saranno allora 48, dei quali 41 asfaltati e 7 sterrati.

La Provincia di Trento investe da anni nella progettazione dei percorsi ciclopedonali. Ad oggi si contano in Trentino 410 chilometridi rete ciclabile, con 2 milioni di passaggi all’anno e 110 milioni di euro di indotto. Interessante, poi, l’aspetto sociale, meno evidente ma ugualmente importante: la costante, necessaria manutenzione dei percorsi permette anche il reimpiego di tantidisoccupati attraverso il Progettone. Da non trascurare, inoltre, le tante attività delle associazioni ciclistiche, che coinvolgono migliaia di appassionati, anche giovani e giovanissimi che percorrono le piste in ogni stagione. Una festa importante, dunque, per un’opera che, come è stato detto oggi, crea un valore aggiunto per tutto il territorio.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, consultate i canali social:

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata