Tutto pronto per il Gran premio Formula 1 del “Made in Italy e dell’Emilia Romagna”

Appuntamento all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola dal 22 al 24 aprile. Stimato in 230 milioni di euro il ritorno economico per il territorio, 2 miliardi di telespettatori in 200 Paesi collegati. 

0
2294
formula 1
Il manifesto del Gran premio Formula 1 Imola 2022.

A Imola, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari la Formula 1 torna a casa, con il Gran premio del “Made in Italy e dell’EmiliaRomagna” dal 22 al 24 aprile che ha già staccato 105.000 biglietti per assistere al secondo evento del massimo circus automobilistico ospitato in Italia nel circuito del Santerno, appuntamento confermato fino al 2025, grazie all’accordo tra ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, regione Emilia Romagna, Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, comune di Imola e Con.Ami, Automobile Club d’Italia e Liberty Media.

A dieci giorni esatti dal semaforo verde che darà il via ufficiale al primo appuntamento europeo del Mondiale 2022, il Gran Premio e l’accordo sono stati presentati a Bologna, nella sede della Regione con l’intervento del presidente Stefano Bonaccini, di Manlio Di Stefano, sottosegretario di Stato al ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, di Marco Panieri, sindaco di Imola e di Angelo Sticchi Damiani, presidente Automobile Club d’Italia, con il collegamento in video di Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Stefano Domenicali amministratore delegato Liberty Media, Carlo Maria Ferro, presidente Agenzia ICE.

La scelta di promuovere il “Made in Italyattraverso il Gran Premio di Formula 1 a Imola nasce dai numeri generati lo scorso anno in termini sia di ricadute economiche per il territorio, stimabili in 130 milioni di euro – indotto che quest’anno si stima arriverà a toccare i 230 milioni di euro -, sia di promozione e valorizzazione delle eccellenze del “Made in Italy” nel mondo, grazie alla possibilità di raggiungere un pubblico globale vicino ai 2 miliardi di spettatori attraverso la copertura TV prevista in 200 Paesi.

Parallelamente alla valorizzazione delle eccellenze, tutte le attività di comunicazione saranno inoltre coordinate con la campagna straordinaria di “nation branding” lanciata dal Maeci e realizzata da ICE con il tema “Italy is simply extraordinary: BeIT”.

C’è grande attesa da parte dei tifosi per la gara e c’è ancora la possibilità di non perdere questo grande spettacolo. Restano infatti ancora a disposizione biglietti sia per la giornata della domenica (circolare e alcune tribune) e del sabato e del venerdì (tribune, prato e circolare). In particolare, la giornata del sabato sarà quasi un “unicum” per la stagione della Formula 1, perché vedrà disputarsi la gara Sprint, che si svolge in soli altri due circuiti, e perché il programma è comunque ricco di appuntamenti imperdibili con la seconda sessione di prove della Formula 1 e le prime gare di Formula 2 e Formula 3.

Ad accompagnare l’evento il poster realizzato da Aldo Drudi con il segno grafico è sempre quello: tre Formula Uno – più dettagliate questa volta – verde, bianco e rosso, e in Pole Position la Ferrari. In fondo le colline di Imola, quelle dove si sviluppa l’Autodromo con le sue curve più famose, la Tosa e la Acque Minerali. La cifra grafica invece parla del “Made in Italy”.

Per rimanere sempre aggiornati con le ultime notizie de “Il NordEst Quotidiano”, iscrivetevi al canale Telegram per non perdere i lanci e consultate i canali social della Testata.

Telegram

https://t.me/ilnordest

Twitter

https://twitter.com/nestquotidiano

Linkedin

https://www.linkedin.com/company/ilnordestquotidiano/

Facebook

https://www.facebook.com/ilnordestquotidian/

© Riproduzione Riservata